M° Natale Giulianelli

Riconoscimenti e titoli:
4° Dan di Judo
1° Dan di Ju-Jitsu

Contatti
Email = info@judo.rn.it
Cellulare: 328 9774956


Intervista del 2 febbraio 2020: Natale, come ha fatto un artista come te ad avvicinarsi al Judo ?

Mi sono avvicinato al judo dopo aver assistito ad una lezione del mio primo maestro nel lontano 1965 nella palestra A Riccione in viale Ceccarini al secondo piano dell’allora Casa del Popolo.

Sono stato subito affascinato dalle tecniche di proiezione, li ho conosciuto anche i colleghi e amici Sauro e Maurizio, amicizia e collaborazione  che ancora oggi ci lega più forte che mai in un comune percorso.

Sono stato tesserato nella Federazione dove prevaleva la preparazione agonistica da quella tecnica sino al grado di primo kyu.

Ricordo che per un breve periodo io e Maurizio ci trovammo nella categoria 71 kg: per noi era motivo in più di continui impegnativi confronti nei randori.
Ad ogni occasione di ogni allenamento eravamo calamitati uno con l’altro, io con caratteristiche fisiche diverse confidavo nell’o-soto-gari combinato con ouchi-gari, lui era veramente abile e bravo nella combinazione aschi-barai tai-otosci.
Una sera il maestro ci mise a confronto davanti agli altri allievi ma quasi subito l’impegno andò “oltre”, al punto che per mancanza di controllo da parte mia o per l’eccessiva esuberanza di Maurizio lo zigomo suo inciampò sul mio ginocchio e si aprì una ferita che al pronto soccorso curarono con diversi punti di sutura: enorme fu il dispiacere del momento, ma l’evento saldò poi ancor di più la nostra amicizia e ancor oggi lo ricordiamo ridendoci su.

Dato il mio inizio Judo in età non più adolenzenziale, iniziai a confrontarmi nei vari trofei nella categoria juniores negli allora 71kg poi 78kg sin da cintura gialla; ben presto imparai a “prenderle”, ma poi stancatomi e acquisendo esperienza iniziai a “darle” vincendo diversi campionati regionali e trofei.

Ho partecipato a due campionati nazionali consecutivi a Roma in compagnia di Andrea Verni, amico e valente atleta della stessa palestra, ma di una categoria inferiore alla mia; la prima volta vinsi due incontri, al terzo incontro l’allora nazionale Marcolina mi fece volare con un uchi-mata indimenticabile !
La seconda volta che partecipai mi dovetti accontentare di vincerne uno solo, perché al secondo mi arresi dopo 30 secondi per la scontata “colpa dell’arbitro”.

Non ci fu una terza volta perché capii che la lotta contro professionisti del Judo era impari; continuai però a confrontarmi e divertirmi nei campionati regionali e trofei sino l’età di 31 anni, poi decisi che fosse giunta l’ora di altro.

La svolta: dopo un lungo corso di formazione tecnica con l’autorevole maestro Tadaschi Koike ho sostenuto nel 1978 l’esame da cintura nera 1° Dan nella U.I.S.P.

Approfondire la conoscenza del Judo nei suoi fini e valori spronava a sostenere altri esami, così nel 1983 ho sostenuto a Torino l’esame da 2° Dan ed Istruttore.
Da allora svolgo l’attività di insegnante nella palestra del Centro Kiai in Via del Porto a Cattolica e nei centri estivi: è sempre stato gratificante aiutare i giovani ai valori della vita attraverso il judo.

Nel 1991 ho sostenuto a Riccione l’esame per il 3° Dan e nel 1999 a Cattolica da 4° Dan, inoltre  cintura nera 1° Dan ju-jutzu e difesa personale a Modena nel 2012.

Ringrazio gli amici e colleghi Maurizio e Sauro per l’aiuto datomi nella preparazione e tutti gli allievi che mi hanno dato l’energia di farlo.